News

Cancellazione del Volo? Ecco cosa fare

News

Rimborso Ritardo Aereo - Volo Cancellato

L’incubo di tutti i viaggiatori che ogni giorno affollano gli aeroporti di tutto il mondo è sicuramente quello di subire la cancellazione del volo senza essere avvisati per tempo.

La vacanza che si aspettava da mesi, il viaggio di nozze tanto desiderato o un importante appuntamento di lavoro potrebbero saltare per colpa della cancellazione all’ultimo momento del volo da parte della compagnia aerea. E tu non puoi farci niente, o forse no.

Vediamo di comprendere quali sono i tuoi diritti in questo caso e il modo per farli rispettare seguendo la normativa europea vigente in materia.

Prima Ipotesi:

Il tuo volo ha subìto una cancellazione e sei stato avvertito almeno due settimane prima della partenza prevista nella tua prenotazione.

Purtroppo nella casistica in questione potrai ottenere solo il rimborso del biglietto da parte della compagnia aerea che ha causato il disagio ma non avrai diritto ad un ulteriore compensazione pecuniaria prevista dalla regolamentazione europea EU261/2004.

Seconda Ipotesi:

Il tuo volo è stato cancellato mentre aspettavi la partenza in aeroporto, dopo molta attesa e senza alcun preavviso da parte della compagnia aerea. 

In questo caso ti diamo una “bella notizia”, infatti in base a quanto previsto dal Regolamento Europeo EU261/2004 il passeggero aeroportuale che subisce la cancellazione del volo senza essere avvisato per tempo ha diritto a una compensazione pecuniaria per il disagio subito.

Questo indennizzo ha la funzione di risarcire il danno causato a seguito della mancata partenza dell’aereo e il suo ammontare varia a seconda della distanza della tratta aerea che si sarebbe dovuto percorrere.

Esiste un termine per poter richiedere la compensazione pecuniaria ed è differente nei vari paesi dell’Unione Europea. Per quanto riguarda l’Italia il termine previsto è di 2 anni dalla data del volo che ha subito la cancellazione. Entro questo periodo di tempo il passeggero aereoportuale che ha subito il disagio potrà richiedere alla compagnia aerea il risarcimento per l’inconveniente accaduto.

Il Regolamento Europeo EU261/2004 prevede una tabella contente il preciso ammontare del valore della compensazione pecuniaria alla quale si ha diritto sulla base della distanza della tratta aerea del volo che è stato cancellato. L’ammontare del risarcimento varia da un minimo di €250  a un massimo di €600  a passeggero. Attraverso il nostro portale potrai facilmente verificare nel caso tu abbia subito la cancellazione del volo se hai diritto al risarcimento e qual è il valore in termini monetari che ti spetta (clicca qui).

La tabella delle compensazioni pecuniarie stabilite dal Regolamento Europeo EU261/2004 può essere così sintetizzata:

a) 250 EURO per tutte le tratte aeree inferiori o pari a 1500 chilometri;

b) 400 EURO per tutte le tratte aeree intracomunitarie superiori a 1500 chilometri e per tutte le altre tratte comprese tra 1500 e 3500 chilometri;

c) 600 EURO per le tratte aeree che non rientrano nelle lettere a) o b) (tratte superiori ai 3500 chilometri).

Vai evidenziato che i valori contenuti nella tabella anzidetta verranno ridotti della metà nell’eventualità in cui il passeggero aereoportuale dovesse accettare un volo alternativo offertogli dalla compagnia aerea che ha causato il disagio sofferto qualora raggiunga la destinazione finale prevista con ritardo non superiore alle due ore per le tratte aeree inferiori o pari a 1500 km, con un ritardo non superiore alle tre ore per le tratte aeree comprese tra il 1500 km 3500 km e con un ritardo non superiore alle quattro ore per le tratte aeree superiori ai 3500 km.

Durante l’attesa per l’imbarco su di un volo alternativo passeggeri vittima del disagio devono essere debitamente assistiti. Il Regolamento Europeo EU261/2004 provvede a individuare gli obblighi ai quali la compagnia aerea che ha causato l’inconveniente è tenuta a osservare. Qui di seguito ne vediamo i più importanti:

  1. Pasti e bevande per l’attesa;
  2. Collocazione in albergo e nell’eventualità sia necessario il pernottamento per uno o più giorni;
  3. Garantire lo spostamento dall’aeroporto all’albergo e viceversa;
  4. Possibilità di effettuare due chiamate inviare messaggi per avvisare dell’inconveniente subito;
  5. Nell’eventualità in cui il ritardo nel raggiungimento della destinazione finale dovesse superare le cinque ore la compagnia aerea deve garantire il rimborso del biglietto o il volo di ritorno verso l’ aeroporto di partenza  nel caso in cui il passeggero non desideri continuare il viaggio.

Terza Ipotesi:

Il tuo volo ha subìto una cancellazione a causa di circostanza eccezionali.

Nel caso in cui la cancellazione del volo dovesse essere causata da circostanze eccezionali che sfuggono alla possibilità di intervento da parte della compagnia aerea, sulla base di quanto previsto dal Regolamento Europeo EU261/2004 non si ha diritto ad alcuna compensazione pecuniaria.

Tuttavia la compagnia aerea deve dimostrare che ha adottato tutte le misure necessarie per evitare l’inconveniente, malgrado ciò questo è stato causato da una situazione eccezionale fuori dal proprio controllo e al quale è stato impossibile porre rimedio.

Le circostanze eccezionali alle quali la compagnia aerea può appellarsi per escludere la propria responsabilità nell’eventualità della cancellazione di un volo possono essere ad esempio le condizioni metereologiche, attentati terroristici, impossibilità di percorrere lo spazio aereo, allarme per la sicurezza, scioperi ecc.

E’ previsto che il rimborso del biglietto avvenga entro i sette giorni successivi alla cancellazione del volo, oppure si può scegliere di accettare l’imbarco sul di un volo per il ritorno all’aeroporto di partenza o si può scegliere l’imbarco su un volo alternativo la cui partenza è prevista per il giorno stesso o per i giorni successivi. Se si dovesse optare per quest’ultima scelta la compagnia aerea deve garantire la collocazione in albergo e il trasporto verso quest’ultimo, lo stesso vale per il trasporto dall’albergo all’aeroporto nel giorno di partenza.

Il pagamento dell’indennizzo che spetta al passeggero che ha subito il disagio può essere effettuato dalla compagnia aerea sia contanti ma anche mediante bonifico bancario su c.c., con versamenti o assegni bancari o, se dovesse intervenire l’accordo con il passeggero anche mediante buoni di viaggio e/o altri servizi a meno che i passeggeri siano stati informati della cancellazione almeno sette giorni prima del giorno di partenza previsto.

Rimborso Ritardo Aereo lavora sodo per far ottenere ai propri clienti il risarcimento che spetta di diritto per il danno subìto a causa del comportamento errato della Compagnia Aerea.

Ci impegniamo per raggiungere il miglior risultato nel più breve tempo possibile.

Avvia subito la Pratica

È gratis, paghi solo se ottieni i soldi della compagnia nella misura del 20% del rimborso ottenuto

Con il nostro BOT automatico puoi verificare GRATUITAMENTE se hai diritto al Risarcimento e avviare la pratica con il nostro studio legale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *